Condividi

IL BANDO

La Regione Lazio a breve pubblicherà un bando finalizzato a promuovere la realizzazione di interventi volti alla tutela e al recupero degli insediamenti urbani storici.

Gli interventi, attuati dai comuni del Lazio ad esclusione di Roma Capitale, dovranno rispettare le seguenti specifiche:

  • l’intervento proposto dovrà essere conforme agli strumenti urbanistici vigenti;
  • l’immediata disponibilità o proprietà delle aree e/o degli immobili oggetto dell’intervento;
  • la localizzazione dell’intervento all’interno del centro storico o degli insediamenti storici;
  • l’acquisizione di pareri/autorizzazioni/atti di assenso necessari per la realizzazione dell’opera;
  • una unica richiesta di finanziamento per ciascun comune.

Si specifica come non saranno ammesse le richieste delle Amministrazioni comunali che hanno ancora in corso interventi riferiti alla riqualificazione dei centri storici, di cui alla L.R. n. 38/1999, ed il cui finanziamento regionale è precedente all’anno 2020, fatte salve tutte le richieste dei Comuni che hanno ottenuto i finanziamenti in ragione del bando di cui alla D.G.R. n. 855/2018.


LE SPESE

Gli interventi ammissibili a finanziamento dovranno prevedere:

  • il recupero di immobili da destinare a funzioni di carattere sociale (sostegno alla persona in ambito di disagio psichico-fisico, sociale ed economico, biblioteche pubbliche, centri per anziani, alloggi destinati all’assistenza abitativa);
  • interventi di sostenibilità ambientale e/o risparmio energetico;

I Comuni potranno presentare richiesta di contribuzione anche in riferimento alla riqualificazione di immobili di proprietà delle ASP, le cui proposte prevedano il progetto di riqualificazione e l’individuazione degli interventi di sostegno alla persona per i quali è destinato l’immobile stesso.


IL CONTRIBUTO

Con riferimento al bando, sono previste le seguenti agevolazioni:

  • per i Comuni con popolazione pari o inferiore ai 5.000 abitanti è fissato un finanziamento dell’intervento di euro 300.000.

Per i Comuni con popolazione pari o inferiore ai 5.000 abitanti la compartecipazione da parte del Comune è facoltativa.

  • per i Comuni con popolazione superiore ai 5.000 abitanti l’intervento ha un limite di euro 450.000;

Per i Comuni con popolazione tra i 5.000 abitanti e i 15.000 abitanti, la compartecipazione da parte del Comune è facoltativa. Nel caso in cui il Comune scelga di compartecipare al costo complessivo dell’intervento, la suddetta scelta sarà considerata come requisito di premialità.

Per i comuni con popolazione superiore a 15.000 abitanti è prevista una compartecipazione minima del 20% del costo dell’intervento da parte del Comune.


LE MODALITA’ DI INVIO E VALUTAZIONE

A breve sarà predisposto apposito bando conformemente ai criteri sopra elencati e sarà aperta la piattaforma per il caricamento delle domande.

Per assistenza tecnica nella predisposizione del progetto è possibile contattarci tramite il Form al seguente LINK o tramite i canali social.

Nessun commento

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *